Combattere le zanzare con i rimedi naturali

L’estate porta con sè il caldo, il sole e le vacanze ma spesso anche sgraditi ospiti come le zanzare. Negli ultimi anni la popolazione di questi insetti ha visto un incremento esponenziale portando le persone a cercare altri rimedi oltre ai classici spray e zampironi che ormai sembrano fare il solletico a questi insetti. Con la diffusione delle zanzare tigri poi il fenomeno si è accentuato poichè questa nuova specie aggredisce indistintamente sia di giorno che di notte e punge con molta più frequenza.

In questo articolo esploreremo alcuni rimedi naturali che possono essere usati in alternativa ai classici derivati chimici che spesso hanno anche controindicazioni ed effetti collaterali da non sottovalutare.

Sappiamo che questi insetti non sopportano l’odore di alcune piante come il legno di cedro, la lavanda, il limone, il patchouli, l’olio di neem, la menta, il rosmarino, il basilico, il timo, la citronella, la mentuccia, il té, il geranio, l’erba gatta, l’eucalipto. Questo ci da quindi la possibilità di creare da noi delle lozioni particolarmente efficaci. Con pochi semplici ingredienti che trovate in qualunque erboristeria potrete preparare soluzioni da spalmare sul corpo per proteggervi dai morsi di questi insetti.

Anche adornare i propri balconi o terrazzi con piante specifiche sembra essere molto efficace per tenere a bada le zanzare, in particolare sappiamo che detestano l’odore dei gerani e della catambra. Quest’ ultima è definita la pianta anti-zanzare per eccellenza poichè il suo odore, che per noi umani è impercettibile, è una delle cose che più odiano le zanzare. Mettendone una in ogni stanza ci assicureremo una protezione costante.

Se invece state pensando di andare a fare delle passeggiati in luoghi in cui si trovano facilmente questi insetti, potrete sempre strofinarvi sulla pelle alcune foglie di determinate piante come artemisia, bergamotto, salvia, perfino l’assenzio, la comptonia e le foglie di ananas.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *