Trump contro Russia e Corea del Nord

Il sempre più controverso presidente statunitense Donald Trump, torna a fare pesanti dichiarazioni su Russia e Corea del nord, due spine nel fianco da quando è salito al potere lo scorso gennaio. Dopo il g7 di Taormina, il leader USA è atteso ad Amburgo insieme agli altri capi di stato per il g20, durante il quale, ha precisato di volere un confronto diretto con Putin per la questione russa, e di spingere perché si prendano provvedimenti severi contro la belligeranza di Pyongyang.

Secondo quanto dichiarato da Trump alla stampa, la Russia, insieme ad altri paesi, avrebbe interferito nelle elezioni che lo hanno comunque visto risultare vincitore, nel tentativo di destabilizzare l’elettorato a stelle e strisce. Accuse pesanti insomma a cui il presidente russo Vladimir Putin dovrà rispondere in quel di Amburgo, insieme alla spinosa questione che vede l’entourage di Trump coinvolto in presunti accordi col governo del Cremlino, che sta facendo rischiare al presidente degli Stati Uniti l’ Impeachment.

L’altro fronte su cui Trump è intenzionato a dar battaglia è la questione Corea Del Nord. Pyongyang infatti non cessa le provocazioni all’ occidente con test nucleari e balistici  sempre più minacciosi. L’intenzione del presidente USA è quella di spingere durante il g20 perché anche le altre nazioni appoggino sanzioni severe per scoraggiare l’atteggiamento belligerante del leader nordcoreano.

“Chiedo a tutte le nazioni di confrontarsi con questa minaccia globale e di   dimostrare pubblicamente alla Corea del Nord che ci sono conseguenze per il suo   pessimo comportamento”, ha detto Trump durante la visita a Varsavia di oggi.     “Ci sono delle misure piuttosto severe a cui stiamo pensando”, ha detto Trump ma   ha aggiunto: “questo non significa che le faremo”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *